Contattaci

051 551278 - 347 7853759

©2018 by scuola di musica TenEventi-Accademia del flauto di Bologna. Proudly created with Wix.com

CHI SIAMO

SCUOLA DI MUSICA TENEVENTI - L’ACCADEMIA DEL FLAUTO DI BOLOGNA

Nasce da un’idea di tre flautisti di stanza a Bologna: Domenico Alfano, 1° flauto del Teatro Comunale di Bologna, Gianni Lazzari, storico e studioso del flauto, e Simone Ginanneschi, concertista e insegnante, promotore musicale e riparatore specializzato di strumenti a fiato.

Il progetto ha avuto il sostegno dell’associazione TenEventi tramite e grazie al responsabile musicale Claudio Guido Longo,  flautista e direttore d’orchestra.

L’AFB ha intenti di promozione e rinnovamento didattico, di aggregazione e condivisione di conoscenze ed esperienze con altri flautisti e insegnanti, di promozione della pratica musicale attiva ad ogni livello, considerandola di alto valore formativo ed esistenziale.

 

Flute
 

GLI INSEGNANTI

L’AFB offre l’insegnamento del flauto Boehm, referente Domenico Alfano, e dei flauti storici (rinascimentale, barocco, classico e romantico), referente Gianni Lazzari. L’insegnamento del flauto ai bambini e giovanissimi è condotto da Alessia Dall’Asta.

Secondo le necessità, sono previsti altri collaboratori e assistenti.

Durante il percorso di studi gli allievi dell' AFB avranno l'opportunità di partecipare a Masterclass tenuti da importanti flautisti del  panorama musicale internazionale .

 

GLI INSEGNANTI

 

ALESSIA DALL'ASTA

Start

SCOPI E PROGRAMMI DELL’AFB

DIDATTICA

Considerando la partecipazione attiva alla musica come un valore di alto profilo culturale e altamente gratificante e formativo della persona.

L'AFB accetta allievi di qualsiasi età e livello e con qualsiasi finalità musicale - dal livello professionale di preparazione ai concorsi, al livello amatoriale, solistico e d’assieme.

L’AFB ritiene che siano il percorso e il programma di studio a doversi adattare all’allievo e non viceversa. In base al tempo che l’allievo può dedicare allo studio e alla sua facilità di apprendimento si individueranno i metodi più efficaci per accompagnare l’esercizio dei fondamentali della tecnica, con la formazione musicale e la conoscenza dei repertori.

L’AFB intende sperimentare percorsi didattici innovativi. L’attuale situazione di crisi della professione in orchestra, se da un lato mortifica le prospettive professionali dei giovani, dall’altro può rappresentare l’opportunità per la formazione di un musicista più duttile e completo. Perciò accanto alla preparazione specifica orchestrale di alto livello tecnico-esecutivo, l’AFB intende sperimentare l’insegnamento delle abilità degli strumentisti-musicisti prenovecenteschi (abilità di preludiare, comporre pezzi e studi, accompagnare all’impronta una melodia, improvvisare abbellimenti e cadenze, variare temi dati e bassi ostinati ecc.), e ciò non solo per una pratica musicale più appagante, ma anche per una formazione più duttile e aperta alle novità e alle mode musicali – da ben oltre cinquant’anni il flauto è stato adottato dal jazz, dal rock, dalla musica etnica (ad es. irlandese e sudamericana) e, richiedendo nuove e diverse competenze, dalle prassi della musica antica (dal Medioevo al Romanticismo). Per essere pronti all’antico e al nuovo, oggi non basta più saper fare bene (saper fare un’esecuzione impeccabile), ma è necessario capire come è fatta la musica, appropriandosene per interpretarla in modo personale e originale, e ciò, fin dove possibile, seguendo una via pratica alla conoscenza, ossia per così dire… ‘col flauto in mano’.

Per ottenere questo tipo di formazione, l’AFB introdurrà progressivamente nello studio una modalità di apprendimento ‘improvvisativa’, con alla base l’impiego di esercizi su modelli melodici e giochi musicali.

La sperimentazione riguarderà anche l’insegna-mento a gruppi di allievi di omogeneo livello tecnico esecutivo. La ricchezza del repertorio flautistico per varietà, stile e difficoltà tecnica crescente, consente di studiare e progredire assieme tramite duetti, trii e quartetti: un modo efficace per responsabilizzare gli esecutori e far scoprire aspetti che lo studio isolato tende a sottovalutare (intonazione, precisione ritmica e d’attacco, dinamiche condivise, educazione all’ascolto delle altre parti).

L’attività didattica sarà integrata da lezioni collettive (almeno una volta al mese), e inoltre da conferenze, seminari, concerti, saggi, masterclass e convegni, di cui un esempio è rappresentato da “Le giornate del flauto antico e moderno” che Gianni Lazzari ha attivato presso il conservatorio di Ferrara, dove accanto a contributi musicologici trovano pratica dimostrazione i concerti a tema (strumenti antichi e moderni a confronto, repertori di particolari autori o di specifici periodi storici, o di insolite taglie di flauto, scuole, metodi, tipologie di strumenti storici ecc.).

 

PROGRAMMI

 

FLUTE CLUB - LIBERA ATTIVITÀ D'ASSIEME

Un’ attività che l’AFB vuole proporre e far scoprire a molti studenti ed ex studenti di flauto (e di altri strumenti, perché no!) sono i liberi incontri per suonare assieme. Sulla falsariga delle antiche accademie ecclesiastiche e aristocratiche rinascimentali, dei salotti nobiliari e borghesi dell’Otto e primo Novecento, dei club flautistici inglesi e americani e infine dei gruppi musicali nati nella stagione del movimento della musica antica (dagli anni ’70 e 80’ in avanti), si vorrebbe che i numerosi flautisti, magari proprio quelli tartassati e sconfitti da pesanti studi di tecnica in conservatorio o da pesanti impegni di vita… riprendessero con piacere a suonare attivamente assieme ad altri musicisti, a parità di livello tecnico e secondo affinità di sensibilità musicale, senza immediate finalità d’esame o di concerto, inizialmente sotto la guida di un esperto per poi continuare da soli.

 

CONTACT

Via Azzo Gardino 48, 40122 Bologna BO, Italia

051 551278 - 347 7853759

21765119_175700669643108_985872366802854
 
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now